AQUILA REALE – GOLDEN EAGLE – Aquila chrysaetos

Nei primi giorni di Agosto 2020 su indicazioni dell’ornitologo Vittorio Fanelli di Birdwatching Veneto ci siamo recati a Vallene per osservare ed eventualmente fotografare l’Aquila Reale.

Il posto è molto bello, ricco di vegetazione e fauna e offre ampie vedute delle valli circostanti.

Non conoscendo bene il luogo quando l’aquila è apparsa ci siamo trovati in un punto molto lontano dal posto che si era alzata e dove aveva iniziato la termica.

Le foto seguenti dimostrano quanto poco era visibile pur considerando che l’obiettivo usato era pari ad un 600 mm.

Peccato, ma perlomeno avevamo compreso dove l’Aquila andava in termica  o  il luogo che solitamente perlustrava.

Siamo ritornati una seconda volta ma l’unico esemplare  è quello osservato dalla strada asfaltata che porta  ad Erbezzo e che si vede nella foto sottostante.

In quell’occasione abbiamo incontrato Enza Grippo che, gentilissima, ci ha fornito informazioni molto utili sul suo Local Patch e indicato un utilissimo posto di osservazione che noi abbiamo battezzato Punta Enza.

Vallene in quella giornata di sole  era uno spettacoloso arcobaleno dato dal verde intenso dei prati in contrasto con le innumerevoli  sfumature dei colori stagionali della flora presente.

Vedi il report della giornata in altra pagina http://www.veniceapt.it/vallene-con-enza/

Domenica 8 Novembre 2020 decidiamo di tornare e proponiamo un incontro con Enza e Vittorio che gentilissimi accettano. Dopo aver visitato Punta Enza e le pozze circostanti ci rechiamo a Malga Volpina dove si sperava di vedere l’Aquila.

L’Aquila si fa vedere solo dopo aver  lasciato Malga Volpina, durante la nostra discesa verso Verona. Le Aquile sono due ma sono ancora molto lontane e si vedono sopra Malga Volpina. Vittorio ci consiglia di ritornare sopra e provare ad intercettarla. Ritorniamo e dopo aver consumato il nostro pranzo al sacco, le due Aquile si ripresentano ma sono ancora alte,  contro sole, con luce quasi al tramonto. Mancava la pioggia e avremmo fatto Bingo.

Le foto scattate sono qui disponibili. In compenso abbiamo trascorso una piacevole mattinata con Enza e Vittorio e compreso qualcosina in più su Vallene.

L’Aquila Reale è il rapace più potente che possiamo incontrare nella nostra regione, solitamente presente nelle zone rupicole di montagna. Simbolo di forza e potere per l’uomo, l’Aquila Reale è il rapace più conosciuto e da secoli il più raffigurato. Di portamento maestoso è tra le  aquile una delle più grandi, con i suoi oltre due metri di apertura alare.

Lo sguardo , severo e fiero, nasconde una vista proverbiale che le permette di scorgere il più piccolo movimento anche a notevole distanza. Il becco è poderoso e i forti artigli le consentono una presa mortale anche sulle prede più grandi. É una grande cacciatrice, rapida e coraggiosa, generalmente ricerca mammiferi di media-piccola dimensione come lepri, scoiattoli, conigli, marmotte oppure uccelli di tutte le taglie o di serpenti e lucertole dimostrando un adattamento alimentare non comune. Generalmente caccia scrutando il territorio dall’alto oppure scivolando a bassa quota, da sola o in coppia. Le prede vengono solitamente catturate a terra, ma anche in volo.